Warning: Use of undefined constant wp_cumulus_widget - assumed 'wp_cumulus_widget' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/newsmag/wp-content/plugins/wp-cumulus/wp-cumulus.php on line 375
News mag | Notizie dal mondo dello spettacolo (Cinema, Musica, Televisione, Teatro & Musical) » – Fabio Fazio alla conduzione di Sanremo 2013: “Sarà una rivoluzione”

Fabio Fazio alla conduzione di Sanremo 2013: “Sarà una rivoluzione”

Dopo 13 anni, Fabio Fazio torna a presentare il Festival di Sanremo. Fu infatti lui a guidare le edizioni del 1999 e del 2000, e ora è di nuovo al timone della kermesse canora. A Tv Sorrisi e canzoni, in edicola da martedì, il conduttore e direttore artistico ha svelato le novità del Festival 2013, già in corso di preparazione: “Per la prima volta nella storia di Sanremo ogni cantante presenterà non una, ma due canzoni. Saranno dei veri e propri miniconcerti. Abolirò l’eliminazione dei big: in 14 partono e in 14 arrivano alla finale”.

Di fatto, dunque, l’eliminazione si verificherà non per i cantanti, ma solo per i brani in gara: il pubblico da casa potrà infatti votare, per ognuno dei due inediti presentati dagli artisti, quello che preferisce, ‘mandando a casa’ l’altro. Fazio, insomma, prepara “una rivoluzione” per riportare “la musica al centro”. E Luciana Littizzetto? “Immagino una co-conduzione se lei ci starà”. Possibile anche la presenza di Roberto Saviano: “Vedremo”, dice laconicamente Fazio. Il conto alla rovescia per il 63esimo Sanremo è già iniziato.

  1. 2 commenti a “Fabio Fazio alla conduzione di Sanremo 2013: “Sarà una rivoluzione””

  2. 1 Alessandro scrive (1 Agosto 2012 alle 17:20):

    Fantastico , grande FABIO ….buon festival e se ti va, ti propongo alcuni brani del cd IL COLORE DEI SOGNI del TRAVAGLIAGROUP da ascpltare al link http://www.travagliagroup.com scaricabili da I TUNES forse la musica
    avrebbe bisogno di brani come IL COLORE DEI SOGNI …..
    Con simpatia e complimenti al vostro sito
    Alessandro

  3. 2 andrea scrive (1 Agosto 2012 alle 19:52):

    sono curioso di sapere se in questa rivoluzione sperando che non sia politicizzata continuerà l’ingiustificabile boicottaggio di Morgan e di altri bravi musicisti in favore invece di gente, che grazie alla lobotomizzazione televisiva e discografica si fregia del titolo di cantante, di vendere i dischi ai sordi e/o di frequentare i salotti di sinistra.

Mi dispiace, i commenti per questo articolo sono chiusi